skip to Main Content
392-4810290 easyfranchising@mypec.eua         English EN French FR German DE Italian IT Spanish ES

Franchising corner: cos’è, il contratto, il mercato di riferimento e le opportunità

Cos’è un corner franchising?

Molto semplicemente un angolo, all’interno di un attività, dove si inseriscono i prodotti/servizi di un franchising, rispettando il layout identificativo di quel brand, senza confondere società di prodotti, che non fanno franchising e semplicemente fornisco al negoziante di turno un espositore dove inserire i loro prodotti.

Nel corner Franchising, quasi sempre, è richiesta l’esclusiva merceologica, cosa non richiesta dalle società di prodotti che forniscono semplicemente un espositore e più o meno , accettano la concorrenza.

Chiaramente ci sono molti casi diversi. Come nello stile del nostro portale facciamo degli esempi che faranno meglio comprendere il concetto.

Sono il proprietario di un bar che ha uno spazio di 10 mq non molto utilizzato. Aderisco ad un brand di capsule e cialde di caffè e, seguendo le indicazioni della casa madre, allestisco lo spazio, come se avessi un “mini” negozio di caffè in franchising , all’interno del mio bar, sfruttando la clientela già esistente.

Un altro esempio potrebbe essere nel settore dei servizi. Ho un ufficio di poste private e decido di creare un angolo dedicato alla vendita di finanziamenti, aderendo ad un franchising di mediazione creditizia. Anche in questo caso il franchisor chiederà di creare un angolo ( una postazione) con lo stile, il brand , le immagini ed i prodotti in esclusiva di quel franchising.

Il contratto di un corner franchising è molto simile ad un contratto di franchising per uno store, con alcune eccezioni e semplificazioni, vista la marginalità del settore rispetto all’attività principale svolta dal Franchisee.

In generale le durate sono più brevi, rispetto ad uno store, la entry fee e le royalty , ove richieste , sono chiaramente più basse, gli obblighi più “leggeri”. Di contro, in genere, la marginalità per un corner franchisee è più bassa rispetto ad uno store franchisee, che ha impostato tutta la sua attività sui prodotti/servizi del sul franchisor .

Il mercato di riferimento è molto vasto ma, non molto sfruttato. Moltissimi franchisor non gradiscono i corner perché sono poco controllabili e perché in genere fanno fatturati molto più bassi rispetto ad uno store. A questo si aggiunge che un corner potrebbe occupare una zona di esclusiva, seppur più piccola rispetto ad uno store, precludendo la possibilità di dare quella zona ad uno store Franchisee che sicuramente resta per ogni Franchisor il vero punto di riferimento.

I dati sono abbastanza a favore dei corner, soprattutto se il brand in franchising è una start up o comunque ha pochi affiliati e, come spesso accade, concentrati in una regione, il corner rappresenta una grande opportunità di distribuzione del prodotti/servizio commercializzato.

Una corretta gestione dei corner permetterebbe al Franchisor di farsi conoscere anche in altre zone , con la possibilità, se le cose vanno bene , di far trasformare il corner in un vero e proprio Store.

Le opportunità, sia per i franchisor che per i franchisee, sono veramente tante. Pensate , per esempio, un negoziante che ha una grossa metratura in una posizione non particolarmente commerciale, con i fatturati in calo a causa delle vendite on line e dei centri commerciali.
Può organizzare una sorta di mini centro commerciale composto da 3-4-5- corner di settori merceologici diversi, che andrebbero ad aggiungersi alla sua attività originaria.
Questa soluzione potrebbe attrarre la clientela che troverebbe vari prodotti, magari molto conosciuti, all’interno dell’unico negozio…vicino casa.

Chiaramente affinché questa idea possa essere realizzata è necessario che i franchisor abbattano drasticamente (o annullino) la entry fee prevista per un corner , per dare modo al negoziante di creare questa interessante sinergia, rispettando le esclusive merceologiche richieste.

Un altro campo sempre più diffuso per i corner franchising è il  co-working ed, in generale, il settore dei servizi

Stiamo già assistendo ad esempi di questo genere dentro le agenzie di poste private, che hanno aggiunto all’attività primaria, corner di mediazione creditizia, corner assicurativi, corner di noleggi auto a lungo termine e perché no, corner per il noleggio e la vendita di bici elettriche o di stampe digitali su ogni cosa.

Insomma, per concludere, oggi è necessario rivedere il concetto di negozio tradizionale. La tecnologia ed i grandi centri commerciali obbligano i piccoli negozianti ad inventare nuove soluzioni per poter sopravvivere e questa dei corner è una della soluzioni più adatte allo scopo.

 Articolo scritto da G. Piersanti
(g.piersanti@easyfranchising.eu)

#cornerfranchising#opportunità#attivitàcommerciali#easyfranchising#consulenzaaziendale

x

Utilizziamo i cookies per offrirti la migliore esperienza online.. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies

Accetto Rifiuto Altre info su Cookie e Privacy
Back To Top